Classi spostate, ma l’anno scolastico può continuare

Come spesso accade un po’ in tutta Italia al rientro delle vacanze natalizie, alcune scuole risultano inagibili. La gran parte delle volte, la causa sono i malfunzionamenti agli impianti di riscaldamento. A Matera, infatti, il ritorno a scuola è stato alquanto frenetico.

Già dal 4 gennaio la scuola primaria Nitti aveva avuto la notizia della sospensione delle lezioni fino all’11 gennaio, a causa di caduta calcinacci dal soffitto e quindi l’impossibilità di contenere il rischio di ulteriori cadute di laterizi dal solaio dell’edificio. E questa mattina è arrivata la notizia: il 13 gennaio finalmente i bambini del plesso Nitti potranno ritornare sui banchi, ma non saranno quelli del loro storico plesso di Serra Venerdì ad accoglierli, bensì quelli del secondo piano della scuola Marconi. Saranno garantiti tutti i servizi offerti in precedenza: tempo pieno, mensa, servizio pre-scuola, palestra e utilizzo di spazi esterni. Fra qualche giorno ci sarà un incontro con tutti i genitori delle otto classi per organizzarsi tutti al meglio. Tutto è bene quel che finisce bene, con uno spirito di collaborazione tra le diverse scuole che merita un plauso. Anche perché nei giorni passati, in molti tra insegnanti, genitori e chiaramente l’Ufficio Tecnico del Comune di Matera, si sono prodigati per far sì che la situazione venisse risolta in tempi brevi. Inoltre, l’assessore alla Scuola, Marilena Antonicelli, ha aggiunto che: «Da settembre 2020 le attività didattiche riprenderanno in un edificio comunale già individuato e su cui si stanno effettuando le verifiche tecniche per progettare un adeguamento. Si tratta di una sistemazione transitoria, in attesa che venga realizzato il nuovo immobile scolastico che sarà la sede definitiva sia della Primaria Nitti che della Media Torraca. Abbiamo lavorato per trovare la soluzione migliore per ridurre al minimo i disagi degli alunni e delle loro famiglie e nel contempo per permettere la programmazione delle attività della scuola previste per il prossimo anno scolastico».

Mentre, a causa di un guasto alla tubazione dell’impianto di riscaldamento e per consentire i lavori di ripristino, il Sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri, ha emesso un’ordinanza di chiusura del plesso scolastico della Media Nicola Festa con conseguente sospensione delle attività didattiche nelle giornate dell’8 e del 9 gennaio 2020. Analogo provvedimento di sospensione delle attività didattiche è stato ordinato anche per le classi del Liceo Linguistico ospitate in un’ala dell’edificio.

Si evince un serio problema nella manutenzione che viene effettuata nei diversi istituti scolastici, anche perché episodi di questo tipo accadono fin troppo spesso. Come affrontarlo? Nonostante l’impegno profuso, bisogna chiedere all’amministrazione di pensare maggiormente al diritto allo studio dei propri cittadini (sia bambini che ragazzi), con uno sguardo in più ai propri istituti.

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...