Come una farfalla

Un libricino che entra in punta di piedi nei cuori dei bambini. “Come una farfalla” è la seconda fiaba della scrittrice e illustratrice Veronica Sgrulloni.

Il protagonista è un topolino, Timmy, a cui piace fantasticare. E sogna, e sogna, un giorno con il nasino all’insù viene colpito da una farfalla… e in quel momento gli balza in testa un’idea: avere le ali. Felice, corre da sua mamma, e le domanda come mai i topi non hanno le ali e la madre, con la saggezza e la razionalità delle mamme gli rispose: «Non possiamo perché noi topi siamo troppo pesanti per poter volare, e poi non si è mai visto un topo con le ali». Ma niente da fare il piccolo Timmy non era convinto, e allora va dai suoi fratelli e sono proprio loro a incitarlo ancora di più, dicendogli che nel bosco c’è una maga capace di far spuntare le ali. Così, inizia il suo viaggio nel bosco nel quale trova un’anziana topina maga che tra pozioni, fumi e altri trucchi dona a Timmy proprio delle ali. Il topolino era felicissimo, ma a un certo punto tra i suoi voli e danze, incontra proprio un farfalla!

Ed è proprio la farfalla a far risvegliare Timmy dal suo sogno perché gli fa capire che non è tutto oro quello che luccica, facendogli notare: «Vedi caro topolino, noi siamo belle con i nostri colori ma la nostra vita non lo è affatto, non ti fermare a guardare solo il lato esteriore delle cose, molte volte non tutto è come sembra».

Come andrà a finire la storia di Timmy lo si può sapere solo acquistando il libro sulle varie piattaforme online (clicca QUI).

Un libricino romantico che ci insegna che i sogni possono diventare realtà, ma una volta realizzati non sempre corrispondono a quello che avevamo immaginato. “Come un farfalla” insegna quindi ad accettarci, così come siamo, senza voler desiderare sempre altro e, in generale, la perfezione; perché di perfetto non c’è nulla, neanche l’essere farfalla. Un viaggio, in cui la scrittrice fa immergere Timmy nella natura, ma anche i piccoli lettori, portandoli tra rocce e ruscelli, tanto da far venir voglia di uscire all’aria aperta e partire per una gita fuori porta e vedere e apprezzare ancora di più le farfalle svolazzare per aria. Anche le illustrazioni che accompagnano il testo hanno un tocco semplice e delicato.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...